Efficientamento energetico: cos’è e come attuarlo correttamente

You are currently viewing Efficientamento energetico: cos’è e come attuarlo correttamente

Il mondo è cambiato e con esso si è fatto strada il bisogno di contenere i consumi energetici e di migliorare al contempo l’efficienza degli immobili e dei sistemi di riscaldamento/raffrescamento: è nato il concetto di efficientamento energetico.

Con il duplicarsi della domanda di energia, si è fatta strada la necessità di migliorare dal punto di vista tecnologico tutti i sistemi energeticamente attivi. Questo bisogno, sostenuto anche dalle ormai note questioni ambientali, è di fatto diventato di rilevanza primaria in fase di progettazione e ristrutturazione di un immobile sia domestico sia industriale.

Proprio per questo noi di Nucleo PLUS abbiamo scelto di adoperarci per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici attraverso una attenta attività di progettazione e installazione di sistemi ibridi ad altissima efficienza che ben si esprimono se pianificati e gestiti in modo efficiente.

Che cos’è l’efficienza energetica?

Comunemente si definisce efficienza energetica la capacità di un dato sistema fisico di ottenere un determinato risultato utilizzando un minore impiego di risorse rispetto ad altri sistemi. In buona sostanza si tratta di aumentare il rendimento di un sistema con un conseguente risparmio sia di energia sia di denari.

L’efficienza energetica è direttamente proporzionale alla capacità di progettare e gestire in modo programmato sia i miglioramenti tecnologici sia la loro gestione energetica, spesso tendendo alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento energetico.

Un maggior efficientamento energetico si attua in presenza di sistemi obsoleti o di strutture che inducano a sprechi e/o perdite di resa.

Nucleo PLUS è specializzata nella pianificazione strategica dei consumi energetici, nell’istallazione di nuove tecnologie per la gestione e produzione di energia e nella definizione finanziaria dei progetti messi a punto.

caldaie murali a condensazione

Efficienza energetica e fonti fossili: binomio possibile

Normalmente si ritiene che l’efficinetamento energetico di un edificio debba essere lagato ad un ridotto consumo di fonti fossi come il gas metano, il petrolio o la legna. Per noi di Nucleo PLUS ciò è da considerarsi valido solo in termini di tendenza generale; le variabili, infatti, che influiscono sull’uso di una fonte energetica piuttosto che un’altra sono molte: dalla disponibilità in loco della fonte energetica – Sole, Acqua, Legna – fino alla loro resa dato un determinato ambiente di esercizio. In buona sostanza per noi è da perseguirsi l’insegnamento del buon Vitruvio che nel suo “De Architectura” ci ricorda che il il contesto in cui si opera è fondamentale per ottenere un buon irraggiamento e, quindi, ambienti sani.

Perseguendo in linea generale l’efficienza energetica, privata dal suo contesto di attuazione, si può certamente asserire che una maggiore efficienza energetica deve provvedere a due fattori:

  • riduzione dell’uso delle combustibili fossili;
  • azzeramento delle emissioni di gas inquinanti.

Come abbiamo già avuto modo di ribadire l’efficientamento energetico passa sia dall’impiego di nuove fonti d’energia sia dalla capacità tecnologica e umana di sfruttare tali fonti in modo massimizzato. Il ché, tradotto in moneta, pone in relazione il costo iniziale dell’efficientamento sulla riduzione del consumo in un determinato lasso di temporale.

efficientamento energetico e riscaldamento domestico

Grazie al nostro servizio personalizzato di studio e progettazione, possiamo applicare l’efficientamento energetico a qualsivoglia tipologia di edificio, indipendentemente dal settore di afferenza, e a qualsiasi bisogno finale:

– efficientamento energetico per la piccola-media impresa

Proprio in questo contesto l’efficientamento energetico ha trovato ampia applicazione. È qui che con un parco immobiliare vecchio e spesso “sprecone” si è avviato un processo di riconversione tale da porre il contenimento dei costi e, quindi, l’efficienza focale elemento focale delle decisioni aziendali. L’azienda in questa nuova sfida non è più solo un ambiente efficace, perchè tende all’utile, ma dapprima efficiente perché tende al risparmio.

In questo contesto volto al contenimento dei costi, ovviamente, non si deve cadere nell’inganno di considerare il benessere fisico dell’individuo quale elemento secondario. Al contrario, una corretta gestione delle risorse deve mirare al benessere prima di tutto, permettendo al contempo sia un elevato livello di qualità di vita sia un considerevole risparmio in termini di risorse e costi.

– efficientamento energetico domestico

Se quanto abbiamo asserito è valido per gli ambienti di lavoro, tanto più lo è er gli edifici residenziali. Oggi le abitazioni tendono alla massima efficienza e mai, quanto oggi, in Italia si è assistituo ad una vera e propria incentivazione all’efficientamento energetico domestico.

Contattaci per saperne di più sul Superbonus 110%.

Come e dove intervenire per garantire il risparmio energetico?

Coem abbiamo avuo modo di dire, le aree di maggioreintervento sono gli edifici: industriali, domestici e pubblici. Nel mercato odierno in molti propongono sistemi per l’efficientamento energetico, ma SOLO NUCLEO PLUS ha scelto di prendere in carico l’onere di studiare soluzioni su misura di ogni singola realtà ed esigenza.

Che tu sia un provato in fase di ristrutturazione o un architetto contattaci, possiamo studiare con te e per te la tua migliore soluzione energetica.

Efficientamento energetico Nucleo Plus

Efficientamento energetico e progettazione

L’efficientamento energetico degli edifici trova il suo più alto senso se è considerato a monte della fase progettuale costruttiva o di ristrutturazione di un immobile. Le tecniche costruttive e l’isolamento termico accompagnano, infatti, la realizzazione di un efficiente sistema di riscaldamento e raffrescamento. Vediamo assieme quali sono le tipologie di intervento più frequenti:

  • isolamento termico o a cappotto;
  • infissi con doppi vetri;
  • tetti ben coibentati o ventilati;
  • sistema di riscaldamento all’avanguardia: pompe di calore, caldaie e sistemi ibridi;
  • sistemi per la produzione di energia elettrica e ACS: pannelli solari e moduli fotovoltaici.

Affinché un’attività di efficientamento energetico possa dirsi tale è necessario intervenire negli ambiti descritti in modo incisivo, costruendo/restaurando in modo attento e considerando l’incidenza dei consumi energetici domestici in relazione al benessere di chi deve occupare un determinato immobile.

Novità Nucleo PLUS

LINK UTILI:

Agenzia delle Entrate: cos’è l’efficientamento

Scarica la guida della Agenzia delle Entrate